Storie incredibili nella Regione Lazio.

Fino al 2003 gli adolescenti del Lazio con importanti disagi psichici, non trovavano accoglienza nella propria regione a causa di un vuoto normativo. La Regione Lazio non aveva infatti recepito la normativa nazionale e quindi inviava lontano dalle proprie famiglie i minori a cui necessitava un trattamento specialistico di tipo comunitario.

Finalmente un gruppo di specialisti e agguerriti pionieri, propose di aprire a Roma una piccola struttura, la “Eimì” per la cura residenziale dei minori adolescenti con patologie psichiche. 

Continua a leggere

Commenta

Submit a Comment