INFERMIERI, PROTESTA DAVANTI A MONTECITORIO

Infermieri, protesta davanti a Montecitorio con Massimo Baroni, Andrea Cecconi e Andrea Bottega (Nursind)

Per la Trasparenza e l’esigibilità dei Diritti. Battaglie contro le cooperative, a favore dell’ assunzione diretta di giovani infermieri e per il rinnovo del contratto.

Il Sindacato Nursind deve mantenersi libero e non colluso coi poteri della casta come ha fatto fino ad ora.

Il Movimento 5 Stelle sarà al suo fianco.

MASSIMO BARONI (M5S) con gli Infermieri durante la protesta davanti a Montecitorio

Ciao a tutti, sono un collega di Andrea Cecconi e faccio parte della Commissione Affari Sociali del Movimento 5 Stelle, insieme ad Andrea Bottega, Beppe Grillo e anche ad altre persone del Fatto Quotidiano abbiamo affrontato una battaglia importantissima che è anche una battaglia di sistema.

Perché questi “quattro geni supermegapresidentidirettorigenerali” della Sanità e che siedono anche al Senato stanno occupando tutto il loro tempo per cercare di mantenere la doppia poltrona da Presidente di Ordini di Sanità e per cercare di rimanere Senatori, non fanno altro dalla mattina alla sera.

Questi sono Fuori Legge!!! Perché la legge dice che non possono essere presidenti o vicepresidenti di Ordini e contemporaneamente Parlamentari, lo dice chiaramente, ma stanno cercando di fare di tutto per modificare la legge.

Quindi, signori, io vi dico una cosa, Noi Siamo Soli ma siamo tantissimi perché non possiamo contare su queste persone che pensano solo ai loro affari, vogliono una moneta di scambio, vogliono cercare di farvi entrare di far diventare poi i vari presidenti, i vari direttori dei sindacati per stipendiarli a 300 Mila Euro all’anno a fine carriera. Io non credo che Andrea Bottega (Nursind) finirà mai così, perché si è veramente rotto le scatole.

Qui è una battaglia per i Diritti, voi avete e fate un lavoro incredibile. Probabilmente un lavoro che è un esempio per molti dei nostri figli.

Io sono uno psicologo e mi considero un operatore di base, perché ho lavorato tanto nelle strutture psichiatriche insieme a voi facendo le notti.

Per questo so chi fa’ la sanità sono delle persone che sono li dalla Mattina alla sera a seguire gli atti quotidiani della vita dei pazienti e solo voi potete sapere quanto è importante questa Battaglia sui Diritti, sulla Esigibilità dei Diritti. Su turni massacranti che sono totalmente fuori legge.

Io adesso do la parola ad Andrea Cecconi e Andrea Bottega e vi ringrazio.

Questo è quello che stiamo cercando di fare. Oltre alle proposte siamo qui per cercare di stare vicino a voi. Perché sappiamo che non siete un sindacato che non è colluso coi poteri forti.

Qui l’emendamento a mia prima firma che abbiamo presentato in Commissione Affari Sociali come Movimento 5 Stelle

Ac 2769

emendamento

aggiungere l’articolo  21 bis con il seguente

  1. Entro 60 giorni dall’entrata in vigore della presente legge l’Aran è autorizzato, ricevuto l’atto di indirizzo del Comitato di settore e della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ad aprire un tavolo di contrattazione integrativo per il Comparto sanità e l’area della dirigenza III e IV con l’obiettivo di stabilire i criteri di finanziamento degli istituti della contrattazione aziendale attraverso i risparmi di spesa conseguiti e certificati a seguito dell’impegno del personale dipendente.

 

Baroni, Cecconi, Dall’Osso, Di Vita, Silvia Giordano, Lorefice, Mantero, Cariello, Sorial, Caso

Qui l’incontro del 3 Novembre dopo il Presidio degli infermieri a Piazza Montecitorio con Andrea Bottega, Ivan Cavicchi e i commissari della M5S Affari Sociali

Di seguito una mia foto durante il presidio del 3 Novembre con gli infermieri e il sindacato della Nursind

baroni massimo infermieri

Commenta

Submit a Comment